Fonte: Gazzetta Ufficiale Italiana on line
AVVERTENZA: I testi dei documenti riportati non hanno carattere di ufficialitÓ. L'unico testo ufficiale Ŕ quello pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Italiana a mezzo stampa. Il curatore del sito, pur avendo posto la massima cura nell'elaborazione dei testi e nella riproduzione dei documenti, non assume responsabilitÓ per eventuali errori o imprecisioni. Sul sito internet dell'IPZS Ŕ possibile consultare gratuitamente la versione elettronica della Gazzetta Ufficiale.
Pagine verdi di ambiente.it
COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
DELIBERAZIONE 3 Agosto 2007
Assegnazione integrativa di risorse (euro 5.910.177) per il completamento dei lavori di bonifica e rimozione dei sedimenti inquinanti nell'area del bacino del fiume Sarno (Fondo per le aree sottoutilizzate). (Deliberazione n. 80/2007).
(GU n. 271 del 21-11-2007 )
IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA Visti gli articoli 60 e 61 della legge 27 dicembre 2002, n. 289 (legge finanziaria 2003), con i quali vengono istituiti, presso il Ministero dell'economia e delle finanze e il Ministero delle attivita' produttive, i Fondi per le aree sottoutilizzate (coincidenti con l'ambito territoriale delle aree depresse di cui alla legge n. 208/1998 e al citato Fondo istituito dall'art. 19, comma 5, del decreto legislativo n. 96/1993) nei quali si concentra e si da' unita' programmatica e finanziaria all'insieme degli interventi aggiuntivi, a finanziamento nazionale, che, in attuazione dell'art. 119, comma 5, della Carta costituzionale, sono rivolti al riequilibrio economico e sociale fra aree del Paese; Vista la propria delibera 9 maggio 2003, n. 17, (Gazzetta Ufficiale n. 155/2003) con la quale e' stato fra l'altro accantonato, al punto 1.1, un importo complessivo di 900 milioni di euro, per il triennio 2003-2005, da ripartire con successiva delibera di questo Comitato; Vista la propria delibera 13 novembre 2003, n. 83 (Gazzetta Ufficiale n. 48/2004) con la quale e' stata approvata la ripartizione del predetto accantonamento di 900 milioni di euro ed e' stato disposto, nell'ambito dell'assegnazione complessiva di 150 milioni di euro a favore del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio, il finanziamento, per un importo di euro 50.000.000, degli interventi per la rimozione e bonifica di sedimenti inquinanti nel bacino del fiume Sarno; Viste le ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 marzo 2003, n. 3270 e 2 aprile 2004, n. 3348, recanti disposizioni per fronteggiare l'emergenza socio-economico-ambientale nel bacino idrografico del fiume Sarno, che prevedono altresi' la nomina del Commissario delegato per il superamento della citata emergenza, disciplinandone competenze e poteri; Visto l'art. 4, comma 4, della successiva ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 1┬░ agosto 2005, n. 3452 (Disposizioni urgenti di protezione civile) che, al fine di consentire il piu' tempestivo espletamento delle procedure di affidamento dei lavori necessari al superamento dell'emergenza socio-economico-ambientale nel bacino idrografico del fiume Sarno, autorizza il Commissario delegato a dar corso alla pubblicazione dei relativi bandi di gara anche in attesa dell'integrale disponibilita' delle occorrenti risorse finanziarie, ferma restando la possibilita' di formalizzare la conseguente attivita' contrattuale solo al conseguimento della integrale disponibilita'; Considerato che una quota parte della predetta assegnazione di 50 milioni di euro disposta con la predetta delibera n. 83/2003 risulta essere stata gia' accreditata in favore della Gestione Commissariale ed impegnata per l'esecuzione di varie opere di bonifica dell'area, per un importo di 16,740 milioni di euro; Vista la nota del Commissario delegato per il superamento dell'emergenza socio-economico-ambientale del bacino del fiume Sarno, n. 8136 del 15 giugno 2007, con la quale viene segnalata la necessita' di garantire la copertura finanziaria dei costi relativi all'esecuzione di interventi di bonifica e rimozione dei sedimenti inquinanti e di sistemazione idraulica, limitatamente al tratto finale tra la Traversa di Scafati e la Foce del Fiume Sarno (inclusi gli interventi nei canali Bottaro e Fienga), per un importo di 39.170.177 euro, e considerato altresi' che l'attuale disponibilita' residua di risorse, pari a 33.260.000 euro, risulta insufficiente ad assicurare tale copertura; Considerata la necessita', segnalata dal Commissario delegato con la predetta nota, di disporre con urgenza di risorse aggiuntive per un importo di 5.910.177 euro, in considerazione dell'avvenuto espletamento del bando di gara relativo ai lavori in questione, in applicazione della citata OPCM n. 3452/2005, a seguito del quale si e' determinato un minore ribasso d'asta rispetto a quello inizialmente previsto; Vista la propria delibera 29 marzo 2006, n. 118 (Gazzetta Ufficiale n. 259/2006), recante l'assegnazione a favore del progetto Calabria di una quota dell'accantonamento complessivamente disposto con le delibere CIPE n. 2/2006 (Gazzetta Ufficiale n. 143/2006) e 3/2006 (Gazzetta Ufficiale n. 144/2006) a carico del Fondo per le aree sottoutilizzate e considerato che a seguito di tale assegnazione residuano risorse pari a 450.292 euro, da utilizzare per specifiche assegnazioni in relazione, fra l'altro, all'efficacia e rapidita' degli interventi e allo stato di attuazione degli stessi; Vista la propria delibera 22 dicembre 2006, n. 165 (Gazzetta Ufficiale n. 94/2006) recante l'aggiornamento dei dati relativi alla decurtazione delle risorse di cui alle delibere CIPE n. 36/2002 (Gazzetta Ufficiale n. 167/2002) e n. 99/2005 (Gazzetta Ufficiale n. 145/2006) e le conseguenti riassegnazioni, dalla quale scaturisce una disponibilita' complessiva residua a valere sul Fondo per le aree sottoutilizzate pari a euro 49.116.724, a fronte della quale il CIPE puo' riprogrammare una quota del 30% per priorita' varie; Vista la propria delibera 16 marzo 2007, n. 10 (Gazzetta Ufficiale n. 97/2007), recante il reintegro dell'importo di 12,3 milioni di euro a favore della Struttura commissariale competente al completamento della rete fognaria nell'area del fiume Sarno, dalla quale scaturisce, a seguito del detto reintegro, una residua disponibilita' sul Fondo per le aree sottoutilizzate pari a 4.980.000 euro; Vista la nota del Ministro dello sviluppo economico n. 12991 del 31 luglio 2007, con la quale viene sottoposta alla valutazione di questo Comitato la predetta richiesta finanziaria avanzata dal Commissario delegato per l'emergenza socio-economico-ambientale nell'area del bacino del fiume Sarno; Ritenuto di accogliere tale richiesta di assegnazione di ulteriori risorse per un importo di euro 5.910.177, la cui copertura e' assicurata a valere sulle residue risorse disponibili di cui alle citate delibere di questo Comitato n. 118/2006, n. 165/2006 (limitatamente all'importo di 479.885 euro) e n. 10/2007; Su proposta del Ministro dello sviluppo economico; Delibera: Per il completamento dei lavori di bonifica e rimozione dei sedimenti inquinanti e di sistemazione idraulica del bacino idrografico del fiume Sarno, indicati in premessa, e' assegnato alla competente Struttura commissariale, prevista dall'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 marzo 2003, n. 3270 e successive, un importo di 5.910.177 euro, a valere sulle risorse disponibili sul Fondo per le aree sottoutilizzate di cui alle delibere di questo Comitato richiamate in premessa. Roma, 3 agosto 2007 Il Presidente: Prodi Il segretario del CIPE: Gobbo Registrato alla Corte dei conti il 30 ottobre 2007 Ufficio di controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 5 Economia e finanze, foglio n. 271